Infiammazione ai tendini della cuffia dei rotatori

La cuffia dei rotatori è un sistema di 4 muscoli e tendini della spalla. Viene coinvolta in movimenti come sollevare oggetti, pettinarsi, mangiare, vestirsi.

Condividi

Infiammazione ai tendini della cuffia dei rotatori 

Piccola premessa: la cuffia dei rotatori è un sistema di 4 muscoli e tendini della spalla. Comprendono il sovraspinato (o sovraspinoso), piccolo rotondo, sottoscapolare e infraspinato.

Questa struttura ha la funzione sia di proteggere articolazione della spalla ma anche di stabilizzarla e quindi, permettere il movimento completo dell’articolazione scapolo-omerale.

La cuffia dei rotatori – quindi sia i muscoli che i tendini – viene coinvolta in ogni movimento del braccio, come per sollevare un oggetto, pettinarsi, mangiare o vestirsi.

Sintomi dell’infiammazione della cuffia dei rotatori

L’infiammazione alla cuffia dei rotatori può portare a diversi sintomi:
non solo un dolore alla spalla (spesso localizzato nella parte anteriore o laterale del braccio)
ma anche rigidità nei movimenti della spalla e difficoltà a muovere il braccio, anche per i gesti quotidiani.
A volte il dolore alla spalla può essere presente pure di notte (specialmente nelle prime fasi), andando a compromettere il normale riposo notturno.  

Cause dell’infiammazione della cuffia dei rotatori

La causa può non essere unica e univoca, ma essere un mix e una combinazione di più cause. Le più tipiche coinvolgono:

  • Sovraccarico legato allo sport e all’attività sportiva che si svolge;
  • Traumi alla spalla;
  • Microtraumi nel corso del tempo;
  • Movimenti ripetuti nel tempo;
  • Lavoro o attività che prevedono un frequente e intenso uso del braccio;

Le cure e i rimedi

Fortunatamente, per quanto possa essere dolorosa e fastidiosa, l’infiammazione della cuffia dei rotatori non è una patologia seria o grave.

Non significa essere condannati a un dolore cronico o persistente, come non significa essere a rischio di avere altre problematiche future.

La scienza ha recentemente ribadito che la fisioterapia è la prima linea di intervento, supportata dai farmaci al bisogno.

La fisioterapia e la riabilitazione per l’infiammazione alla cuffia dei rotatori

La fisioterapia e la riabilitazione sono in grado di ridurre il dolore, la rigidità e la difficoltà di movimento della spalla. Inoltre, migliorano il movimento del braccio dei pazienti mediante la terapia manuale ed esercizi specifici e mirati per il problema.

Non esistono esercizi da evitare in caso di disturbi o infiammazioni a carico di questa struttura. Questo complesso muscolare e tendineo infatti stabilizza la spalla in tutti i movimenti del braccio, quindi gli esercizi per la cuffia dei rotatori possono essere fatti in ogni direzione di movimento. Dovranno essere, tuttavia, variati e modificati nella loro tipologia e intensità a seconda del paziente, della sua condizione globale e dell’obiettivo da raggiungere.

In caso di patologie o infiammazioni della cuffia dei rotatori, le uniche accortezze devono essere fatte riguardarti lo sforzo che viene dato alla spalla. E’ fondamentale, infatti, non eccedere la capacità che hanno le diverse strutture muscolari e tendinee di sostenere un carico di lavoro. Bisognerà cioè non sovraccaricare la spalla per non rischiare ulteriori danni.

I primi giorni, quando l’infiammazione della cuffia dei rotatori è più intensa e il dolore più acuto e intenso, sarà necessario evitare tutti gli esercizi che provocano ulteriore dolore. Sarà importante anche evitare sforzi eccessivi alla spalla, pesi o gesti impegnativi del braccio soprattutto quando lo si solleva di lato o sopra la testa.

La cura e i rimedi, per guarire da disturbi a carico della cuffia dei rotatori, sono legati ad esercizi riabilitativi specifici e mirati. La regola fondamentale è seguire una giusta progressione del carico di lavoro nei movimenti della spalla e del braccio.

Contatta il tuo Fisioterapista al più presto in caso di sintomi di questo tipo, in quanto la tempestività dell’intervento determina anche la qualità e la rapidità della riabilitazione.

Condividi