Artrosi cervicale

Per artrosi cervicale si intende una serie di situazioni di degenerazione articolare che interessano le prime sette vertebre della colonna vertebrale, in particolare dei dischi intervertebrali e delle superfici ossee, cioè tra le vertebre.

Condividi

Artrosi Cervicale: cos’è, sintomi, cure e rimedi.

Artrosi Cervicale: cos’è?

Per artrosi cervicale si intende una serie di situazioni di degenerazione articolare che interessano le prime sette vertebre della colonna vertebrale, in particolare dei dischi intervertebrali e delle superfici ossee, cioè tra le vertebre.

L’artrosi cervicale, come l’artrosi al ginocchio, all’anca o alla schiena è una problematica cronica o persistente, facendo parte del normale processo di invecchiamento del corpo. In queste condizioni, vi è una riduzione della cartilagine nelle articolazioni tra le vertebre, ma anche una presenza di becchi ossei, chiamati osteofiti.

I sintomi

sintomi comprendono:

  • dolore nella zona cervicale (testa, collo, trapezi e scapole);
  • rigidità a livello del collo e delle spalle;
  • tensione muscolare nella zona cervicale;
  • limitazione dei movimenti del collo

A volte, però, le persone con artrosi cervicale possono lamentare sintomi più complessi come sensazioni di sbandamento o ubriachezza (sensazione di “stare in barca”) o cefalea (mal di testa) che origina dalla cervicale.

La cefalea cervicogenica, o mal di testa da cervicale, è molto tipica in persone con questo disturbo, anche se è secondaria anche ad altre problematiche, come posture mantenute per molto tempo, traumi o cervicalgia.

L’artrosi cervicale, a volte, potrebbe causare sintomi simili a quelli di un’ernia del disco cervicale (ernia cervicale), causando cervicobrachialgia, come dolore, bruciore, formicolio, sensazione di scarica elettrica.

Le cure e i rimedi

Fortunatamente, per quanto possa essere dolorosa e fastidiosa, l’artrosi cervicale non è una patologia seria.

Non significa inoltre essere condannati a un dolore cronico o persistente, o essere la causa di altre problematiche future.

Questa condizione, fortunatamente, è parte di un normale processo di invecchiamento delle nostre articolazioni. 

Non sempre diventa sintomatica, cioè non sempre si manifesta con i sintomi descritti prima. In molti casi, si può avere artrosi cervicale ma senza alcuna problematica. Solo quando “si fa sentire” con dolore, rigidità, limitazione dei movimenti, allora è necessario intervenire.

Quali sono i rimedi e le cure?

Esempio di mobilizzazione del collo in paziente con problematica di artrosi cervicale.

La scienza ci dice che la prima strategia di intervento è la fisioterapia, supportata da farmaci al bisogno.

La fisioterapia e la riabilitazione sono in grado di ridurre il dolore e la rigidità. Inoltre, migliorano il movimento del collo dei pazienti mediante la terapia manuale ed esercizi specifici e mirati per il problema.

 La terapia manuale, tramite tecniche di mobilizzazione, manipolazione o tecniche per i tessuti molli (ad esempio i muscoli) permette di ridurre il dolore, migliorare la mobilità della testa e del collo e di ridurre la tensione muscolare al collo. Dato che sono tecniche specifiche per i pazienti con artrosi cervicale, possono essere eseguite solo ed esclusivamente da un fisioterapista esperto e specializzato.

Gli esercizi specifici, invece, sono il principale trattamento dei pazienti affetti da questo disturbo. Lo scopo degli esercizi per l’artrosi cervicale è quello di consentire al collo, alle spalle e a tutti i muscoli di potersi muovere senza dolore e senza rigidità, mantenendo più a lungo i benefici di tutte le tecniche manuali.

Gli esercizi specifici devono essere prescritti unicamente dal fisioterapista e devono essere studiati nello specifico solo dopo una visita fisioterapica approfondita. 

Ogni paziente deve avere i propri esercizi specifici ed unici pur avendo problematiche simili ad altri! 

Condividi